Streaming
Downloads
Forum
Contenuto Sito
Newsfeeds
Tags
Pagine
Comunità
Iscrizioni Campionati
Messaggi Privati
Penalità
Risultati Gare
Accedi

Registrati

500 Abarth, Penco suggella la festa Rivetto

Il Campionato 500 Abarth di EsportSeries.net si è concluso davvero nel migliore dei modi, con una gara davvero molto avvincente su un circuito inedito per tutti e davvero molto spettacolare con i suoi muretti a fare da cornice per tutta la sua lunghezza. C'erano dei timori prima della gara di Highlands che sono appunto rimasti tali grazie ai sim driver che hanno dato vita a una gara molto combattuta e perlopiù pulita.

La versione corta del tracciato di fantasia realizzato da Kunos Simulazioni appositamente per Assetto Corsa dava infatti adito a credere che avremmo assistito a una gara rocambolesca con molti capovolgimenti di fronte dovuti a incidenti, e in parte ciò è sicuramente successo, ma per la maggiore parte si è trattato più una questione di contatti che hanno solo marginalmente influenzato le prestazioni in pista dei piloti.

E, a riguardo di queste, non si può fare a meno di fare i complimenti a Cesare Penco e Claudio Cecalupo: il primo ha dominato anche quest'ultimo round dopo la vittoria ottenuta a Vallelunga, il secondo andando a vincere il campionato senza essere mai impensierito dai contendenti. Anche questa volta il Rivetto Racing Team ha insomma dettato legge già dalle qualifiche, andando poi a prendersi la vittoria in maniera perentoria dando quasi 30 secondi di distacco al sim driver piazzatosi dietro di lui sia in qualifica sia in gara, ovvero il bravissimo Andrea Fabiani del Fast & Aged Team.

Nelle qualifiche, dietro a Cesare Penco e Andrea Fabiani si è classificato terzo Nicola Rota dell'ESP Racing Team, che già si era segnalato molto positivamente nella gara del debutto a Vallelunga. Ad accompagnarlo in seconda fila il dominatore de campionato Claudio Cecalupo, seguito da ancora un pilota Rivetto Racing Team, Giulio De Andreis, e dal compagno di squadra di Rota Fabrizio Frattini. A completare le prime cinque file quindi Luca Franca del Mennato Boffa Simracing Team, la new entry Giacomo Villani e infine ancora un pilota Rivetto Racing Team e uno ESP Racing Team, ovvero Liberato Molle e Ionuc Timis.

Mentre la leadership di Claudio Cecalupo non era praticamente in discussione, dato l'ampio margine di punti di vantaggio, c'era attesa per conoscere l'esito della lotta per il secondo posto piloti tra il citato Liberato Molle e Mauricio Dos Santos del Drive-In Autosport, che in qualifica non è riuscito ad andare oltre alla diciottesima posizione, mettendosi quindi in una posizione particolarmente difficile per la gara. Certo è che tutta la griglia di 26 piloti racchiusa in poco più di un secondo lasciava pensare che, vista la poca lunghezza del tracciato, più che la prestazione pura per molti abbia contato più il sangue freddo nel gestire il traffico presente durante i propri tentativi di giro veloce.

Nonostante dunque tutti i timori della vigilia, alla partenza filava abbastanza sorprendentemente tutto liscio, con un solo grosso contatto tra Pasquale Lupoli del Mennato Boffa Simracing e Pino Deajo del Rivetto Racing Team che si risolveva con la perdita di quattro posizioni da parte di Lupoli. Il primo scombussolamento nelle prime dieci posizioni si aveva invece quando Ionuc Timis attaccava con successo Luca Franca ma finiva addosso a Giacomo Villani quasi facendolo girare, con Franca che nello stesso frangente veniva tamponato dal compagno di squadra Andrea Noviello.

Proprio Giacomo Villani, la curva dopo, entrtando largo non riusciva a chiudere e finiva contro le barriere intraversandosi e causando il panico per chi sopraggiungeva, soprattutto coinvolgendo lo sfortunato Liberato Molle che non riusciva a evitarlo danneggiando pesantemente la propria vettura. Altra vittima dell'intraversamento di Villani era Paolo Faraci, che vedeva la vettura ferma a bordo pista solo all'ultimo e anch'egli non riusciva a evitarla.

Alla fine del terzo giro Cesare Penco dunque conduceva su Andrea Fabiani e Claudio Cecalupo, che aveva scavalcato Nicola Rota subito al via, così come Fabrizio Frattini aveva fatto al primo giro su Giulio De Andreis. Dietro di loro, in settima posizione, c'era Ionuc Timis seguito da Luca Franca e Andrea Noviello, con Michele Calori del Rivetto Racing Team a chiudere la top ten. Liberato Molle, solo tredicesimo dopo lo schianto, era ora solo tre posizioni davanti a Mauricio Dos Santos che era partito bene e aveva recuperato due posizioni.

Proprio un errore di Liberato Molle, in difficoltà con la macchina danneggiata, faceva perdere a lui due posizioni e una a Mauricio Dos Santos, che per non tamponarlo doveva inchiodare venendo così superato da Roberto Sabbatini della Scuderia Toro Grosso, mentre dietro Pasquale Lupoli sorpassava Federico Pedrini del Black Angel Team e anche Alessio Melani del NervoSputnik Motors commetteva un errore che gli procurava ingenti danni e lo relegava in fondo al gruppo.

A questo punto a commettere un grave errore era Michele Calori, che uscendo troppo forte finiva contro le barriere intraversandosi: il pilota del Rivetto Racing Team passava così da un'ottima decima posizione addirittura ventiquattresimo. Mentre Cesare Penco davanti portava il suo margine di vantaggio a due secondi su Andrea Fabiani si scatenava la lotta tra Giulio De Andreis e Fabrizio Frattini, con quest'ultimo che era molto bravo a difendersi tanto da far riavvicinare Ionuc Timis e formare così un terzetto.

A sorpresa, si fermavano subito ai box per il necessario rabbocco di benzina i due piloti del Drive-In Autosport Roberto Selle e Mauricio Dos Santos, quest'ultimo dopo un errore alla penultima curva che gli aveva fatto perdere due posizioni: una tattica intelligente per cercarsi di levarsi dal traffico in cui i due erano imbottigliati, ma che si rivelerà piuttosto ininfulente. Nei giri successvi, mentre Cesare Penco aumentava in maniera impressionante il suo vantaggio portandolo a 5 secondi su Andrea Fabiani, Alessandro Ghironi superava sia Luca Franca che Andrea Noviello, portandosi in ottava posizione approfittando di una manovra decisamente infelice di quest'ultimo sul compagno di squadra.

Proprio l'intraversata di Noviello in curva 1 costava carissima a Pino Deajo, che per evitarlo finiva con l'intraversarsi lui stesso perdendo ben nove posizioni. Proseguiva intanto la bellissima lotta tra Frattini, De Andreis e Timis con anche qualche sportellata ai limiti de regolamento, con Giulio De Andreis che a ogni tentativo andato a vuoto nel superare Fabrizio Frattini doveva poi lottare con Ionuc Timis per non farsi sopravanzare.

Proprio quando Giulio De Andreis pareva quasi avercela fatta su Fabrizio Frattini l'ennesimo attacco andato a vuoto gli costava carissimo venendo sopravanzato non solo da Ionuc Timis ma anche dall'altro pilota dell'ESP Racing Team Alessandro Ghironi che nel frattempo si era attaccato al terzetto insieme a Luca Franca. Arrivava quindi il ritiro di Liberato Molle per una disconnessione, che metteva la parola fine del pilota del Rivetto Racing Team non solo sulle velleità di raggiungere la seconda posizione in campionato ma anche sulle più che concrete speranze di chiudere in terza. Sfortunatissimo.

Lo seguiva poco dopo Daniele Reitano, anche lui vittima di una disconnessione mentre stava facendo una gara più che onesta in sedicesima posizione. Dopo essersi difeso come un leone per metà gara arrivava, inaspettato, l'errore di Fabrizio Frattini che gli faceva perdere tre posizioni. A metà gara Cesare Penco conduceva dunque con un margine portato a ben 10 secondi su Andrea Fabiani, Claudio Cecalupo, Nicola Rota, Ionuc Timis, Giulio De Andreis che aveva passato Alessandro Ghironi perché questi era venuto a contatto con Fabrizio Frattini dopo il suo errore, Luca Franca e Alessandro Focher in decima posizione.

Fabrizio Frattini subiva poi anche il sorpasso di Luca Franca, autore di una bella manovra in acrobazia per passargli davanti. Nel frattempo una violenta toccata a muro di Roberto Selle gli faceva danneggiare pesantemente la vettura, vaniifcando così i vantaggi della sosta anticipata, e un proprio errore faceva passare Andrea Della Bidia del NervoSputnik Motors dalla sedicesima all'ultima posizione quando iniziava il valzer delle soste per il rabbocco di benzina necessario per concludere la gara, non prima però che Ionuc Timis commettesse un errore che finalmente consentiva a Giulio De Andreis di conquistare l'agognata quinta posizione e che Pasquale Lupoli, nel tentativo di passare Alessandro Focher, finisse per col toccarlo e perdere il controllo della vettura ricolpendo proprio Focher e favorando indirettamente Andrea Noviello che li passava entrambi.

Ritardando la soste Giulio De Andreis riusciva anche a passare Nicola Rota, anche perché questi effettuava una sosta molto più lunga, e portarsi così in quarta posizione, e anche Ionuc Timis aveva perso la posizione sul compagno Alessandro Ghironi. Gli ultimi passavano in archivio senza ulteriori scossoni, con Cesare Penco che quindi andava a chiudere con oltre 20 secondi di vantaggio su Andrea Fabiani che chudeva secondo davanti a Claudio Cecalupo, Giulio De Andreis, Nicola Rota, Alessandro Ghironi, Ionuc Timis, Luca Franca, Fabrizio Frattini e Alessandro Focher che grazie alle soste si era riuscito a riportare in decima posizione.

Due vittorie nelle ultime due gare per Cesare Penco, a suggellare la conquista del campionato team del Rivetto Racing Team, mentre il campionato piloti è stato dominato dal suo compagno di squadra Claudio Cecalupo, che ha chiuso con ben 45 punti di vantaggio su Mauricio Dos Santos del Drive-In Autosport in quest'ultimo round solo tredicesimo ma comunque davanti al pilota classificatosi terzo, Andrea Fabiani del Fast & Aged Team, di 22 punti. Per la classifica team, dietro al Rivetto Racing Team, secondo posto per il Mennato Boffa Simracing e terzo per il Drive-In Autosport.

In ultimo i premi messi in palio dagli sponsor: Claudio Cecalupo si porta a casa una scheda di acquisizione video AVERMEDIA GC311 Live Gamer Mini, Mauricio Dos Santos una motherboard intel B360 AORUS GAMING 3 e Andrea Fabiani un set di cuffie wireless CORSAIR HS70!

Risultati Qualifiche e Gara

Campionato Piloti

Classifica Team

Streaming YouTube

 

 


Commenti (0)

Rated 0 out of 5 based on 0 votes
There are no comments posted here yet
© 2019 ESPORTSERIES.NET. All Rights Reserved. © 2019 eRanking System. All Rights Reserved.
HOME
42CAMPIONATI
Database Campionati
160Archivio Campionati
6REGOLAMENTI
5FORUM
7FAQ e GUIDE